DAL PRESENTE DEGLI STATI UNITI AL NOSTRO FUTURO

Aggiornamento: 31 lug



RECENSIONE OFFERTA DA MARIANNA MOTTA


Negli ultimi mesi a fare la parte del leone nei notiziari (e non solo) di tutto il mondo, oltre al Covid 19, sono state le elezioni presidenziali statunitensi. Vinte dallo sfidante Joe Biden contro il presidente uscente Donald Trump, hanno tenuto con il fiato sospeso il mondo intero.

Questo perché gli Stati Uniti hanno, indubbiamente, un ruolo molto importante nella geopolitica mondiale, per non parlare dell’influenza che esercitano sui consumi e sulla cultura internazionale, a partire dal nostro paese. Tale considerazione fa sì che il divario tra ciò che crediamo di sapere su questo paese e ciò che effettivamente sappiamo sia molto ampio.

A colmare almeno in parte questo divario ci pensa Francesco Costa con il suo libro “Questa è l’America- Storie per capire il presente degli Stati Uniti e il nostro futuro”, recentissimo saggio edito da Mondadori nella collana “Strade blu”.

Costa, giornalista ed esperto di politica statunitense, ci guida e ci spiega diversi fenomeni più o meno noti degli Stati Uniti d’America: le overdose da oppiacei, la crisi sanitaria legata ad un’elevata concentrazione di piombo nell’acqua che ha colpito la città di Flint nel Michigan, le armi, per citarne soltanto alcuni.

Ciò che più colpisce leggendo questo libro è la quantità di informazioni e fatti che ignoravamo o conoscevamo in modo errato: ad esempio, nonostante la credenza comune che i cittadini americani siano tutti armati fino ai denti, in realtà la metà delle armi è posseduta dal 3% appena della popolazione. Lo stesso dicasi per il fenomeno delle overdose, soprattutto quelle da oppiacei, che tra il 1999 e il 2018 ha provocato più di 800.000 vittime: la stampa e i media nazionali statunitensi se ne sono accorti tardi, e i media internazionali hanno quasi completamente ignorato questa tragedia.

La lista di esempi che potrei fare è lunga, ma questo dimostra come molte volte la disinformazione e le “fake news” regnino sovrane, soprattutto se perpetrate da coloro che, invece, dovrebbero garantire una corretta e trasparente trasmissione delle informazioni (vedi l’ex presidente statunitense Donald Trump). Il libro di Costa va, in questo senso, nella giusta direzione: coniugando fatti di cronaca a curiosità più divertenti, riesce nell’obiettivo di chiarire e sciogliere anche i nodi più intricati per il lettore.

Vivamente consigliato agli appassionati di Stati Uniti e per chiunque voglia capire meglio cosa succede (e perché succede) oltreoceano.





Marianna Motta

130 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti