HATERS, CYBERBULLISMO, REVENGE PORN, UNA GUIDA PER CAPIRE E DIFENDERSI

Aggiornamento: 22 feb 2021



“Fake news, haters e cyberbullismo. A chi servono e come difendersi” di Mauro Munafò è un libro da avere nella propria libreria.

Uscito nel 2020 per i tipi di Centauria, affronta in termini davvero attuali lo sconfinato mondo dell’odio in rete, tragedia dei nostri tempi, che avvelena aspetti essenziali della comunicazione.

L’autore spiega tutte le modalità in cui esso si presenta, dal cyberbullismo, al doxing (con una o due x, è la diffusione di dati privati di una persona con finalità malevole), alle false informazioni nella disputa sui vaccini, fino al revenge porn.

La partenza è un’analisi accurata del problema fake news, dai primi momenti della loro comparsa, alla proliferazione sul web, ai numerosi “canali” in cui si indirizzano queste false e tendenziose informazioni che pure ottengono tanto seguito.

Numerosi sono infatti i campi di battaglia delle fake news, da quello politico/etnico, a quello purtroppo sanitario – chi non ha letto almeno una volta qualcosa sull’autismo che produrrebbero i vaccini o magiche soluzioni sulla cura di malattie legate al cancro? – dal complottismo, alla pseudoscienza.

La violenza online, nelle sue più diverse espressioni, compreso quello sulla verità, non ha limiti.

Mauro Munafò non si limita a descrivere e spiegare con chiarezza questi fenomeni, aggiunge anche un utilissimo e ricco apparato con suggerimenti su come difendersi da tutto ciò. L’indicazione di fondo è sempre la stessa: verificare in prima persona la veridicità delle informazioni, cercare le fonti, gli autori, le date, stare attenti a contenuti estrapolati da discorsi più ampi e quindi usati in modo da mistificarli, evitare i pregiudizi, chiedere aiuto ad esperti.

La seconda parte del volume affronta poi in modo più esplicito il grave fenomeno del cyberbullismo e di tutte quelle modalità con cui gli haters iniettano in rete e sui social il loro veleno.

Moltissimi ormai sono anche i corsi tenuti nelle scuole per contrastare il cyberbullismo, ma molto ancora si può fare per far capire a tutti chi sono gli haters, da quali intenti sono mossi e come ci si può difendere da loro. Importante diventa quindi la lettura di questo libro, che informa davvero, fornendo esempi e dati del fenomeno.

Utile per gli amanti del settore, utile per chi è stato magari vittima del doxing, utile per genitori ed insegnanti, perché la consapevolezza è lo strumento principale per affrontare l’abuso, in qualunque forma esso si manifesti.







38 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti