APPUNTAMENTI DA NON PERDERE: LA RIVOLUZIONE DOLCE DI GIRAUD

APRE CON GAËL GIRAUD LA NUOVA SEZIONE DEL BLOG librisottosopra.com CHE PRESENTA I PIU' IMPORTANTI EVENTI CULTURALI LEGATI ALL'ATTUALITA', AI GRANDI TEMI DELLA NOSTRA EPOCA, AI PROGETTI CHE CI PORTANO VERSO IL FUTURO. FOCUS DI OGGI LA TRANSIZIONE ECOLOGICA NELLA VISIONE DELL'ECONOMISTA FRANCESE

Da non perdere davvero l'incontro che si terrà a Lecco il prossimo 11 ottobre con Gaël Giraud, economista gesuita autore del libro "La rivoluzione dolce della transizione ecologica. Come costruire un futuro possibile", edito da Libreria Editrice vaticana. Da non perdere per gli appassionati del nostro pianeta e dei libri più belli ed utili per la sua difesa.

A portare nella città lariana questo studioso d'eccezione, inserito dal quotidiano Le Monde nel 2009 tra i migliori giovani economisti francesi, l'associazione Fattore Lecco che si impegna per costruire una città "bella, grande, sostenibile e solidale".

Niente di meglio quindi che presentare Giraud, sacerdote gesuita, ricercatore e grande esperto, anzi, pioniere della transizione ecologica e interprete del rapporto tra politica, economia e giustizia sociale.

Con un bagaglio di esperienze in importanti organismi europei e americani, con un'attenzione profonda fatta di alto profilo culturale e rigore etico, Gaël Giraud offre una visione nuova delle grandi sfide che la transizione ecologica impone ai giorni nostri, coinvolgendoci come cittadini consapevoli che non possono più ignorare l'urgente domanda dell'ambiente.

La serata dell'11 ottobre sarà un'occasione unica per incontrare l'autore, conoscere la sua interpretazione di queste importanti tematiche, che il suo libro affronta in una nuova dimensione, proiettata in un futuro sempre più vicino, perché attendere non è più possibile.

Consiglio vivamente la lettura del libro di questo 'uomo nuovo', la cui riflessione dà un apporto concreto ad un possibile superamento della crisi ambientale. E' un libro da leggere, tra i migliori libri da leggere per imparare ad amare la nostra vita sul nostro pianeta e a farla bene.


PER SAPERNE DI PIU':

Gaël Giraud (Parigi, 1970) ha studiato all’École normale supérieure, terminata nel 1993, e all’École nationale de la statistique et de l'administration économique, conclusa nel 1992 con un dottorato in economia. Nel 1997 alla Sorbona ha difeso un dottorato in matematica, cui nel 2020 si è aggiunto il dottorato in teologia al Centre Sevres dei gesuiti. Tra il 1999 e il 2003 ha lavorato a New York e a Parigi come consigliere scientifico di una banca per l’aspetto matematico. Nel 1999 ha fatto il suo ingresso al Centre national de la recherche scientifique (CNRS); in seguito è stato consigliere della ministra dell’Ecologia Delphine Batho durante il secondo governo Jean-Marc Ayrault (2012-2014). Tra il 2003 e il 2004 è stato volontario in Ciad, come insegnante in un liceo e a servizio dei bambini di strada, per i quali ha fondato un centro di accoglienza, tutt’ora esistente e funzionante.

Nel 2004 è entrato nella Compagnia di Gesù, nel 2013 è stato ordinato sacerdote.

Nel 2015 viene nominato chief economist dell’Agence française de développement, l’organismo statale deputato allo sviluppo dei Paesi più poveri. In questa veste ha continui contatti con i governi di vari Stati, che visita ripetutamente per supervisionare i progetti di sviluppo. Nello stesso anno fonda a Parigi la Cattedra interuniversitaria «Energia e prosperità». Nel 2021 si insedia a Washington, dove fonda e dirige l’Environmental Justice Program della Georgetown University, l’ateneo dei gesuiti noto per formare molta della classe dirigente degli Stati Uniti. Alla Georgetown insegna Economia ed ecologia alla McCourt School.

Fa parte del Centre d’Économie della Sorbona, del LabExReFi (il «Laboratorio d’Eccellenza» dedicato alla regolazione finanziaria) e dell’École d’économie di Parigi. È visiting professor allo Stellenbosch Institute in Sudafrica, docente di teologia politica al Centre Sèvre di Parigi, permanent fellow all’Institut d’Études Avancées di Nantes e all’International Energy Agency. Collabora stabilmente con La Civiltà Cattolica, il quindicinale della Compagnia di Gesù le cui bozze sono riviste dalla Segreteria di Stato della Santa Sede, ed è membro della Pontificia Accademia della Vita, presieduta da monsignor Vincenzo Paglia.

Nel 2009 il quotidiano Le Monde lo ha inserito tra i migliori giovani economisti francesi. Nel 2013 il suo libro Transizione ecologica (Emi) ha vinto in Francia il Prix Lycéen du livre d’économie e nel 2016 il Premio Biella Letteratura e Industria. Il 4 ottobre pubblica il suo nuovo libro, La rivoluzione dolce della transizione ecologica. Come costruire un futuro possibile (Libreria Editrice Vaticana).

289 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti