DODICI PRESIDENTI, DODICI VITE PER UNA SOLA GRANDE STORIA

Aggiornamento: 20 mar


L'imminente elezione del nuovo capo dello Stato anima le pagine dei quotidiani ed i palinsesti delle trasmissioni radio e TV italiani , non meno del covid in questi giorni.

Chi sarà? Quale nome celano le urne? A chi verrà affidato il grande compito di guidare la nazione in questo difficile momento? Sono in molti a chiederselo e la risposta non è facile. Esperti di politica e giornalisti capaci si alternano nella definizione del probabile nuovo candidato a succedere alla figura di Mattarella.

Ma cosa fa un presidente della Repubblica Italiana? Quale è stato l'operato dei precedenti presidenti?

Risponde in modo davvero interessante a queste domande un bel libro di Alberto Orioli, "Dodici Presidenti. Vite da Quirinale", uscito a fine 2021, Il Sole 24 Ore. Il volume ripercorre le vite e le scelte dei dodici capi di Stato che in settantacinque anni di storia repubblicana la nostra Nazione ha visto alternarsi sulla scena politica.

L'autore ricostruisce le biografie dei dodici Presidenti, collocando la descrizione delle scelte operate nel loro mandato su un bel tessuto tutto fatto di storia italiana, dalla nascita della Repubblica alla seconda guerra mondiale, dal boom economico degli anni sessanta alla crisi degli anni di piombo, alle stragi, ai brigatisti, alla ripresa , agli intrighi che animano i retroscena della politica e dei problemi tra corruzione mafiosa e società civile.

Dodici presidenti che hanno firmato ognuno un pezzo di questa storia, cercando di lasciare un segno e di trasmettere al proprio successore i valori più autentici del popolo italiano e della sua cultura, troppe volte stretta nella morsa di contraddizioni che paiono insanabili.

Dodici uomini di cui spesso oggi non si conoscono tutti i nomi.

Eccoli quindi in fila, con le date dei mandati: 1)Enrico De Nicola, 1946, eletto dall'Assemblea Costituente, e poi eletto nel 1948; 2) Luigi Einaudi, 1948-1955; 3) Giovanni Gronchi, 1955-1962; 4) Antonio Segni , 1962-1964; 5) Giuseppe Saragat, 1964-1971; 6) Giovanni Leone, 1971-1978; 7) Sandro Pertini, 1978-1985; 8) Francesco Cossiga, 1985-1992; 9) Oscar Luigi Scalfaro, 1992-1999; 10) Carlo Azeglio Ciampi, 1999-2006; 11) Giorgio Napolitano, 2006-2013 e secondo mandato 2013-2015; 12) Sergio Mattarella, 2015-in carica per il momento.

"Il presidente è regista della crisi o custode della Carta costituzionale. Raccontare quei dodici uomini significa raccontare il loro sforzo di farsi istituzione".

Contenuti di peso, quindi, in questo libro del vicedirettore del Sole 24 Ore, ma anche aneddoti, curiosità, aspetti più nascosti delle vite che racconta, in un mix intelligente e che scorre piacevole alla lettura. Una lettura veramente utile a chi ama seguire le vicende politiche, che aiuta, nello studio del passato, a capire meglio il presente.

E magari ad indovinare il nome del successore del Presidente Mattarella....... Buona lettura!




257 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti