LA CLASSIFICA LIBRI DI QUALITA', ECCO LA TOP TEN DI "LA LETTURA"

Aggiornamento: 6 apr




Grazie a tutti i lettori che seguono i nostri post e che hanno dato parecchie visualizzazioni alla nostra sezione classifica libri da leggere.

Passiamo, dopo la classifica vendite , alla classifica di qualità, in cui troverete i migliori libri da leggere.

A seguire poi , e so che molti amici lettori sono in attesa, la mia classifica personale, quella dei libri più belli "secondo me", appuntamento n. 3.

Ora vediamo tra le classifiche di qualità quelle ancora più segnalate come valide in cui potete trovare importanti e recenti consigli di lettura.

In attesa che si stabilizzino le segnalazioni per le opere uscite in questa prima parte del 2022, vediamo nel dettaglio una delle migliori classifiche di qualità che fa ovviamente riferimento al 2021.


Stiamo parlando di quella stilata da "La Lettura", il famosissimo supplemento domenicale del Corriere della Sera. Per capire l'importanza di questo supplemento ricordiamo che è edito oggi dal 2011, ma è nato nel lontano 1901, per volontà di Luigi Albertini e da allora uscì poi regolarmente sino al 1946. Si rivolgeva ad un pubblico colto, come approfondimento culturale.

Mantiene ancora oggi questo profilo e ogni anno La Lettura pubblica la sua classifica dei libri di qualità, prodotta da una giuria costituita da giornalisti, critici, scrittori, che alla fine del 2021 hanno selezionati una rosa di libri bellissimi, scelti tra ben 480 titoli.


Ecco quindi la top ten libri di qualità, belli da leggere, dalla prima pagina all'ultima, libri da leggere assolutamente:


1- "Crossroads", di Jonathan Franzen, Einaudi. La storia di una famiglia americana, lo sfondo quello degli anni Settanta. Tra valori , emozioni e contraddizioni, Franzen tratteggia con grande capacità un quadro impietoso ma umanissimo dei suoi protagonisti. E' stato indicato dall'autore come il primo libro di una trilogia, che i fan di Franzen attendono con ansia. Importante per capire la narrativa americana contemporanea, di cui Franzen è considerato uno dei più grandi protagonisti..


2- "Sembrava bellezza", di Teresa Ciabatti, Mondadori. Autofiction dichiarata, questo libro ci presenta la protagonista, alter ego della scrittrice, che narra la vita di una donna 'meno amata', che da bambina si sentiva brutta e crescendo fa i conti con un peso, un peso grande. Libro originale, da capire 'dall'interno'.


3- "Di chi è la colpa", di Alessandro Piperno, Mondadori. Un'altra perla di questo autore, uno dei più grandi scrittori italiani del momento, vincitore anche del premio Campiello Opera prima e del premio Strega. Figlio unico di una famiglia davvero particolare, che lo fa crescere come se non esistessero altre relazioni di parentela, il protagonista reagirà dando agli altri la colpa della propria infelicità ma in un nuovo cammino scoprirà nuove parti dell'esistenza.


4- "Yoga", di Emmanuel Carrère, Adelphi. L’incredibile talento narrativo di Carrère ancora una volta a servizio dei suoi lettori, in una storia profonda, ironica e terribile, della sua vita. Al centro il cammino di sofferenza, la malattia, le vicende che coinvolgono i suoi amici, sino alla rinascita, la scrittura, la voglia di vivere. Il tutto partendo dallo yoga, ma non per parlare di yoga. Con il suo stile inconfondibile, la sua capacità di far sentire il lettore vicinissimo a lui che scrive.


5- "I Rondoni", di Fernando Aramburu, Guanda. Dopo il grandissimo successo di "Patria" del 2017 che lo ha portato a vincere il Premio Strega Europeo ed il Premio Letterario Internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa, amatissimo dal pubblico spagnolo ed italiano e dalla critica , lo scrittore di san Sebastián torna con un'opera che narra la storia di Toni, docente di liceo arrabbiato con il mondo che decide di farla finita, stabilendo data e giorno: quando sarebbe trascorso un anno. Ogni sera, da allora, si mette a scrivere la cronaca di questo distacco, analizzando ogni più piccolo particolare, cercando di capire, vagliando tutti gli aspetti che piano piano emergono tra pagine bellissime. da non perdere.


6- "L'inverno dei leoni", di Stefania Auci, Nord editore. La brava Stefania Auci ci porta a conoscere le vicende legate all'ascesa e alla caduta della famiglia Florio, I Leoni di Sicilia, dalle più umili origini , alla grande ascesa che li porta a al controllo del commercio navale del Mediterraneo, alla decadenza. Personaggi senza tempo si stagliano in questo racconto epico, che fa rivivere emozioni, giochi di potere, psicologie complesse e sfondi indimenticabili, parte anche della nostra storia.


7- "Klara e il sole", di Kazuo Ishiguro, Einaudi. Un altro grande libro di Ishiguro, una storia nuova che soltanto lui poteva immaginare. Vedi la recensione completa sul post del nostro blog. Tenero e profondo, questo libro affronta tematiche che in un prossimo futuro potrebbero essere già nel nostro panorama.https://www.librisottosopra.com/post/klara-l-androide-umano-che-conquista-i-suoi-lettori


8- "Jack", di Marilynne Robinson, Einaudi. La storia di Jack, che ormai ha passato tutto, vive di elemosine, spesso ancora soggetto all'alcool, nel tentativo di dimenticare se stesso e di distruggere se stesso. Sempre schivo, passa alcune notti da solo in un cimitero, tra lapidi e pensieri neri. Una di queste notti, però, la solitudine del cimitero viene rotta da una presenza, è Della Miles, insegnate nera di buona famiglia, costretta a rimanere lì per un errore. I due si incontrano e da questo incontro scaturisce qualcosa.


9- "Il libro delle case", di Andrea Bajani, Feltrinelli. C'è un io narrante, c'è uno spostamento, ci sono dei personaggi senza nome, delle case. In questo impianto originalissimo, che a me piace molto, Bajani costruisce la sua storia, che sposta di casa in casa, in una dimensione temporale che a sua volta si sposta continuamente dal reale all'immaginato. E' solo l'io narrante che attribuisce i ruoli ai protagonisti, le azioni dei quali si muovono in dimensioni asincrone. Struttura mirabile, cristallina, che attira fino all'ultima pagina. Autore di talento, Bajani anche in questa prova mostra tutta la sua abilità, cha ha portato il libro ad essere finalista del Premio Strega e al quinto posto della cinquina Selezione Giuria dei Letterati di quello Campiello 2021.



9- ancora al nono posto, ex aequo, "Cronorifugio", di Georgi Gospodinov, Voland editore. Scrittore e poeta bulgaro di primo piano, GG, come ama farsi chiamare con le iniziali del suo nome, ha prodotto un'opera interessante ed originale, vincitrice del Premio Strega europeo 2021. A contatto stretto con Borges , l'autore immagina una storia in cui Gaustin crea in Svizzera una clinica per coloro che hanno perso la memoria, Ecco quindi passato, presente futuro che si intersecano, come personaggi che si muovono accanto ai protagonisti. La paura del futuro, il peso del passato, la caduta, la capacità di continuare. Finale aperto.






439 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti